Navigazione veloce

Circ. n. 68 Indicazioni per esame di stato 2018-19

Avviso


Circ. n. 68

OGGETTO: Indicazioni per esame di stato 2018-19

Si comunicano a tutti i docenti le prime indicazioni operative inviate dal Ministero dell’istruzione riguardanti i requisiti di accesso all’esame di stato conclusivo dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado a. s. 2018/2019, l’attribuzione del credito scolastico, le prove di esame e la loro correzione e valutazione.

* Differimento all’1 settembre 2019 dell’entrata in vigore del d.lgs. n.62/2017 riguardanti i requisiti di accesso all’esame per i candidati interni (partecipazione, durante l’ultimo anno di corso, alle prove a carattere nazionale predisposte dall’ Invalsi; svolgimento delle attività di alternanza scuola lavoro).

* Nessuna variazione degli altri requisiti di ammissione (obbligo di frequenza; conseguimento di una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina, fatta salva la possibilità di deliberare, con motivazione, l’ammissione per gli studenti che presentino una votazione inferiore ai sei decimi in una sola disciplina).

* Innovazioni normative nell’attribuzione del credito scolastico: da 25 punti su 100 a 40 punti su 100 (12 per il terzo anno, 13 per il quarto anno e 15 per il quinto anno sulla base di una tabella di attribuzione che stabilisce la corrispondenza tra valutazione e credito). Sarà quindi necessario utilizzare per quest’anno una tabella di conversione della somma del credito del terzo e quarto anno e per il quinto anno si applicherà esclusivamente la prima e l’ultima colonna della tabella di attribuzione del credito scolastico. A questo proposito i consigli di classe provvederanno tempestivamente ad effettuare, non più tardi dello scrutinio di valutazione intermedia, la conversione del credito di terzo e quarto anno che dovrà essere comunicato a studenti e famiglie mediante i consueti canali di comunicazione scuola-famiglia (le tabelle di attribuzione e di conversione del credito sono contenute nell’allegato A del d.lgs. n.62/2017).

* Adozione, con decreto del Ministro, dei quadri di riferimento per la redazione e lo svolgimento delle prove scritte e la definizione delle griglie di valutazione, al fine di uniformare i criteri di valutazione delle commissioni d’esame (il decreto in questione sarà emanato entro la metà di ottobre).

* Cambiamento attribuzione dei punteggi d’esame (la commissione dispone di 20 punti per ciascuna delle due prove scritte e di 20 punti per il colloquio, il punteggio minimo per superare l’esame resta fissato in 60 punti; la commissione può motivatamente integrare il punteggio fino ad un massimo di 5 punti, ove il candidato abbia ottenuto un credito di almeno 30 punti e un risultato complessivo nelle prove di almeno 50 punti; la commissione può motivatamente attribuire la lode, con deliberazione unanime, a coloro che conseguono il punteggio massimo di 100 punti senza fruire dell’integrazione del punteggio).

Il Dirigente Scolastico

Maria Luisa Giaccone

Firma autografa

sostituita a mezzo stampa

ai sensi dell’art. 3 comma 2

del D.lgs n. 39/1993

  • Condividi questo post su Facebook

Lascia un commento