Navigazione veloce

Circ. 44 – “Sicurezza” formazione degli studenti

“Sicurezza” formazione degli studenti.


Piacenza, 09/10/2014

                                                                                                                      Per gli studenti

                                                                                                                  Sede e succursale

                                                                                                          Reg. e Classi

 

Oggetto: “Sicurezza” formazione degli studenti

Nei prossimi giorni saranno svolte dai docenti le consuete azioni di formazione delle classi sul tema della sicurezza. Tali azioni prevedono tra l’altro:

  • la nomina degli studenti apri-fila e chiudi-fila
  • la presentazione alle classi prime di un PPT sulla prevenzione
  • la prova di abbandono rapido dell’istituto.

E’ necessario tenere presente che il piano di evacuazione non rappresenta una semplice simulazione del tutto irrilevante in situazioni di reale emergenza, ma ha al contrario lo scopo di codificare comportamenti coerenti e  responsabili, che permettano in tali situazioni di opporsi al panico, reazione inevitabile  , ma altamente pericolosa.

Costituiscono presupposti fondamentali per una corretta evacuazione:

–         il riconoscimento del suono  convenzionale della campanella (tre suoni prolungati) che ordina l’abbandono rapido dell’edificio scolastico;

–         la conoscenza dell’ambiente scolastico (vie di fuga, uscite di emergenza, luoghi di raccolta);

–         l’utilizzo dei punti di raduno, sia per mantenere i contatti con l’insegnante, sia per verificare eventuali assenze o infortuni;

–         la responsabilizzazione degli apri-fila e dei chiudi-fila che dovranno collaborare con l’insegnante, impegnandosi in particolare a

o       aprire entrambe i battenti della porta, lasciandola aperta dopo che tutti i compagni saranno usciti

o       non dimenticare il registro

o       spegnere le luci e disattivare i centri di pericolo

o       richiamare l’area di raduno.

I compagni  in handicap saranno accompagnati dal docente di sostegno e/o dal personale ausiliario specifico, affiancati o, in caso di assenza, sostituiti dal personale ausiliario in servizio sul piano.

Si sollecitano infine tutti gli studenti a segnalare tempestivamente eventuali fattori di pericolo, derivanti da carenze delle strutture o dell’organizzazione scolastiche, ai docenti o al personale ausiliario , che avranno cura di riferire alla Preside o al Responsabile della sicurezza.

 

                                                                                                       Il Dirigente scolastico

                                                                                                           Marica Draghi

 

 

 

 

 

 

 

 

  

  • Condividi questo post su Facebook

Lascia un commento